Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy Policy

Istituto Superiore "G. Minutoli"

Istituto Superiore "G. Minutoli"

Costruisci il tuo futuro

Chimica, Materiali e Biotecnologie – Articolazioni “Biotecnologie Ambientali” e “Biotecnologie Sanitarie”

Chimica, Materiali e Biotecnologie -Articolazione “Biotecnologie Ambientali”

Nell’articolazione “Biotecnologie ambientali” vengono identificate, acquisite e approfondite le competenze relative al governo e controllo di progetti, processi e attività, nel rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro, e allo studio delle interazioni fra sistemi energetici e ambiente, specialmente riferite all’impatto ambientale degli impianti e alle relative emissioni inquinanti.

Competenze specifiche di indirizzo

  • Acquisire i dati ed esprimere qualitativamente e quantitativamente i risultati delle osservazioni di un fenomeno attraversograndezze fondamentali e derivate. •Individuare e gestire le informazioni per organizzare le attività sperimentali.
  • Utilizzare i concetti, i principi e i modelli della chimica fisica per interpretare la struttura dei sistemi e le loro trasformazioni.
  • Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie, nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate.
  • Intervenire nella pianificazione di attività e controllo della qualità del lavoro nei processi chimici e biotecnologici
  • Elaborare progetti chimici e biotecnologici e gestire attività di laboratorio.
  • Controllare progetti e attività, applicando le normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza.

Figure Professionali in Uscita

Il Diplomato può operare, come collaboratore di livello intermedio, in industrie, aziende del settore chimico industriale o chimico-biologico, o enti territoriali per la protezione e il controllo ambientale, per attività tecniche di indagine chimica, microbiologica, diagnosi tecniche di controllo e monitoraggio ambientale e per l’applicazione delle tecniche e tecnologie di disinquinamento delle acque e del territorio e le relative biotecnologie, con ruoli quali:

  • tecnico di laboratorio di analisi chimiche; •tecnico nei laboratori scientifici d’indagine ambientale della Polizia
  • tecnico per il disinquinamento delle acque nel settore ecologia;
  • tecnico di laboratorio di analisi-chimica e microbiologica;
  • tecnico nei laboratori scientifici e di ricerca e di indagine ambientale;
  • tecnico depuratore delle acque;
  • tecnico per l’ecologia, la sicurezza e l’igiene ambientale;

Inoltre può accedere alla libera professione secondo quanto previsto dalle norme vigenti, come:

consulente per l’inquinamento ambientale, acustico, aria, acqua, gas e residui di lavorazione, liquidi e solidi, per la prevenzione degli infortuni e per il recupero dell’ambiente presso le industrie e i cantieri di lavoro all’aperto.

Chimica, Materiali E Biotecnologie -Articolazione “Biotecnologie Sanitarie”

Nell’articolazione “Biotecnologie sanitarie” vengono identificate, acquisite e approfondite le competenze relative alle metodiche per la caratterizzazione dei sistemi biochimici, biologici, microbiologici e anatomici e all’uso delle principali tecnologie sanitarie nel campo biomedicale, farmaceutico e alimentare, al fine di identificare i fattori di rischio e causali di patologie e applicare studi epidemiologici, contribuendo alla promozione della salute personale e collettiva.

Competenze specifiche di indirizzo

  • acquisire i dati ed esprimere qualitativamente e quantitativamente i risultati delle osservazioni di un fenomeno attraverso grandezze fondamentali e derivate.
  • individuare e gestire le informazioni per organizzare le attività sperimentali.
  • utilizzarei concetti, i principi e i modelli della chimica fisica per interpretare la struttura dei sistemi e le loro trasformazioni.
  • essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie, nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate.
  • intervenire nella pianificazione di attività e controllo della qualità del lavoro nei processi chimici e biotecnologici.
  • elaborare progetti chimici e biotecnologici e gestire attività di laboratorio. controllare progetti e attività, applicando le normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza.

Figure Professionali in Uscita

Il diplomato può operare, come collaboratore di livello intermedio, in strutture del sistema sanitario nazionale, laboratori specializzati pubblici e privati, università e altri istituti e centri di ricerca pubblici e privati, aziende del settore chimico e biochimico, biologico, farmaceutico, centri di sviluppo di prodotti diagnostici biotecnologici dell’area sanitaria e dei servizi biotecnologici. Inoltre può operare nel settore della prevenzione e della gestione di situazioni a rischio sanitario e della protezione e del controllo ambientale, con ruoli quali:

  • tecnico di laboratorio di analisi chimica e microbiologica;
  • operatore nei laboratori scientifici e di ricerca e di indagine ambientale;
  • tecnico per il disinquinamento ambientale;
  • tecnico per la depurazione delle acque;
  • tecnico per l’ecologia, la sicurezza e l’igiene ambientale;
  • informatore commerciale delle industrie del settore biomedicale;
  • tecnico per il controllo qualità nei processi industriali chimici e biotecnologici;
  • tecnico per la gestione della sicurezza e la prevenzione degli infortuni;

Inoltre può svolgere attività professionale autonoma, secondo quanto previsto dalle norme vigenti, come:

  • consulente per l’inquinamento ambientale, acustico, aria, acqua, gas e residui di lavorazione, liquidi e solidi, per la prevenzione degli infortuni e per il recupero dell’ambiente presso le industrie e i cantieri di lavoro all’aperto;
  • consulente per l’elaborazione di normative sanitarie o brevettuali riguardanti l’utilizzo di prodotti biotecnologici